logo dell'Istituto Comprensivo di Sedegliano

Istituto Comprensivo di Basiliano e Sedegliano

Scuole statali dei Comuni di Basiliano, Coseano, Flaibano, Mereto di Tomba, Sedegliano (Ud)

Ora sei in: home > insegnanti > programmazione 2016/2017> Scuola Secondaria di Sedegliano > motoria - classe seconda

Programmazione didattica

Scuola Secondaria di primo grado di Sedegliano

anno scolastico 2016/2017

Classe seconda (2A, 2B)
insegnante Federica Rossi

Piano di lavoro di Educazione Fisica

OBIETTIVI SPECIFICI D'APPRENDIMENTO - TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE DEL TRIENNIO

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e il tempo
  • Il linguaggio del corpo come modalità espressiva e comunicativa
  • Il gioco lo sport le regole il fair play
  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Obiettivi formativi specifici

OB1 Riconosce le diverse capacità motorie, legate agli esercizi proposti.
OB2 Produce una sequenza di movimenti finalizzati.
OB3 Individua le soluzioni più efficaci in situazioni di gioco.
OB4 Conosce e rispetta le principali regole del gioco confrontandosi con sufficiente correttezza – se aiutato arbitra in modo imparziale.
OB5 Conosce  le nozioni di anatomia e fisiologia legate al movimento umano e le modalità di prevenzione degli infortuni.

Per quanto concerne gli obiettivi educativi e gli obiettivi trasversali si fa riferimento alla programmazione del Consiglio di Classe.

Unità di apprendimento

L’osservazione iniziale e i risultati dei test d’ingresso hanno premesso di strutturare una programmazione educativo didattica  composta da 3 unità d’apprendimento (U.A.)

  • U.A. 1 Scoprire la proprie capacità motorie.
  • U.A. 2 Dal gioco allo sport.
  • U.A. 3 Movimento e salute

Le Unità di Apprendimento previste per l’intero anno potranno subire delle variazioni in alcune loro parti a causa degli adattamenti che sarà necessario apportare con l’avanzamento dei percorsi proposti. Gli obiettivi dell’ U.A. 3 saranno affrontati seguendo in parallelo gli obiettivi condivisi trasversalmente con il programma di Scienze. Le attività proposte approfondiranno alcuni aspetti degli argomenti relativi alla pratica sportiva.

U.A. 1 SCOPRIRE LE PROPRIE CAPACITÀ

La seguente U.A. fa riferimento ai seguenti O.S.A.

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e con il tempo  
  • Il linguaggio del corpo come modalità espressiva e comunicativa
  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Obiettivi formativi specifici

  • Riconosce le diverse capacità motorie, legate agli esercizi proposti
  • Produce una sequenza di movimenti finalizzati.

Competenze

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e con il tempo

INIZIALE: controlla azioni motorie in situazioni semplici, riconosce, guidato, le sue modificazioni fisiologiche.

BASE: ha consapevolezza della propria ed altrui corporeità sa utilizzare le abilità motorie adattandole alle diverse situazioni e all'evoluzione psicofisica.

INTERMEDIO: utilizza azioni motorie in situazioni combinate e riconosce le modificazioni fisiologiche

  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

INIZIALE: guidato applica i comportamenti essenziali per la salvaguardia della salute, della sicurezza personale e del benessere

BASE: assume i fondamentali comportamenti di sicurezza, prevenzione e promozione della salute per il proprio benessere

INTERMEDIO applica comportamenti che tutelano la salute, la sicurezza personale e il benessere

  • Linguaggi del corpo come modalità espressiva e comunicativa

INIZIALE: guidato utilizza alcuni linguaggi specifici, comunicativi ed espressivi in modo codificato

BASE:  utilizza i linguaggi motori specifici, comunicativi ed espressivi trasmettendo contenuti emozionali

INTERMEDIO: utilizza i linguaggi specifici, comunicativi ed espressivi in modo personale

Conoscenze

  • conoscere gli schemi motori di base anche combinati e il loro utilizzo in ambito sportivo. Conoscere gli elementi che caratterizzano l'equilibrio statico dinamico e in volo e il disequilibrio
  • conoscere gli elementi relativi alle strutture temporali e ritmiche dell'azione motoria
  • conoscere gli elementi relativi all'orientamento nello spazio dell'azione motoria anche in ambiente naturale
  • conoscere le norme generali per la prevenzione degli infortuni e per l'assistenza
  • conoscere modalità di espressione corporea utilizzando una varietà di segni/ segnali e identificare i contenuti emotivi
  • conoscere il linguaggio specifico motorio e sportivo

Abilità

  • controllare il proprio corpo in situazioni statiche e dinamiche (coordinazione) progressivamente complesse.    - Adattare l'azione dei diversi segmenti corporei in situazione di equilibrio e disequilibrio
  • utilizzare le strutture temporali e ritmiche nelle azioni motorie
  • utilizzare e trasferire le abilità acquisite (scemi motori di base anche combinati) per risolvere problemi motori nelle variabili legate allo spazio anche in ambiente naturale
  • utilizzare i piani di lavoro proposti per migliorare le proprie abilità motorie riconoscendo la relazione tra l'intensità dell'attività e i cambiamenti morfologici anche rispetto all'età in evoluzione
  • ai fini della sicurezza sapersi rapportare con persone e con l'ambiente circostante, anche applicando alcune tecniche di assistenza
  • mantenere la propria efficienza essere attivi fisicamente in molteplici contesti ed essere anche in grado di dosare lo sforzo, applicare alcune tecniche di riscaldamento e di defaticamento
  • utilizzare l'espressione corporea mediante l'uso del corpo e degli attrezzi in forma individuale, a coppie, in gruppo anche in forma creativa
  • decodificare i linguaggi specifici di compagni e insegnanti ideare e realizzare semplici sequenze motorie utilizzando basi ritmiche  e/o musicali

CONTENUTI/ATTIVITA’

Corpo libero

  • Esercizi di coordinazione e destrezza anche con piccoli attrezzi
  • esercizi di opposizione e resistenza 
  • circuiti e percorsi.
  • esercizi di equilibrio statico dinamico ed i volo. Salti in varia forma
  • esercizi mobilità articolare generale ed inter-segmentaria
  • esercizi di stretching
  • andature varie

 Avviamento Atletica leggera

  • andature
  • partenza dai blocchi
  • avviamento ai salti - al salto in lungo
  • avviamento corsa ad ostacoli 
  • lancio del vortex
  • andature con la funicella

U.A. 2 DAL GIOCO ALLO SPORT

La seguente U.A. fa riferimento ai seguenti O.S.A:

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e con il tempo 
  • Il gioco lo sport le regole e il fair play
  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Obiettivi formativi specifici

  • Riconosce le diverse capacità motorie, legate agli esercizi proposti
  • Produce una sequenza di movimenti finalizzati.
  • Individua le soluzioni più efficaci in situazioni di gioco.
  • Conosce e rispetta le principali regole del gioco confrontandosi con sufficiente correttezza – se aiutato arbitra in modo imparziale.

Competenze

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e con il tempo

Livelli di competenza: vedi U.A.1

  • Il gioco lo sport le regole e il fair play

INIZIALE: nel gioco e nello sport conosciuti utilizza alcune abilità tecniche e, guidato, collabora rispettando le regole principali.

BASE: nel gioco e nello sport risolve problemi motori applicando tecniche e tattiche, rispettando regole e valori sportivi

INTERMEDIO: nel gioco e nello sport utilizza abilità tecniche rispettando le regole e collabora, mettendo in atto comportamenti corretti

  • Il linguaggio del corpo come modalità espressiva e comunicativa

Livelli di competenza: vedi U.A.1

  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

INIZIALE: guidato applica i comportamenti essenziali per la salvaguardia della salute, della sicurezza personale e del benessere

BASE: assume i fondamentali comportamenti di sicurezza, prevenzione e promozione della salute per il proprio benessere

INTERMEDIO applica comportamenti che tutelano la salute, la sicurezza personale e il benessere

Conoscenze

  • Conoscere i gesti fondamentali di gioco e di sport individuali e di squadra
  • conoscere il concetto di strategia e di tattica
  • conoscere le modalità relazionali per valorizzare differenze di ruoli e favorire l'inclusione al fine di raggiungere un obiettivo comune
  • conoscere le regole indispensabili per la realizzazione del gioco e/o sport anche con finalità di arbitraggio
  • conoscere il linguaggio specifico motorio e sportivo

Abilità

  • Utilizzare le abilità motorie adattandole alle diverse situazioni, anche in modo personale
  • mettere in atto strategie di gioco e tattiche sperimentate
  • svolgere un ruolo attivo mettendo in atto comportamenti collaborativi per raggiungere l'obiettivo comune
  • relazionarsi positivamente con l'altro e con il gruppo nel rispetto di regole, ruoli, persone e risultati
  • decodificare i linguaggi specifici di compagni, avversari, insegnanti e arbitri

CONTENUTI /ATTIVITA’

  • Pallamano
    palleggio, passaggio, tiro, arresto e cambio di direzione, tiro in elevazione.
    Palla meta. Gioco base 4+1
  • Pallavolo
    palleggio, bagher, battuta. Gioco 4 c 4
  • Pallatamburello: colpo sottomano, rovescio a due mani, battuta. Gioco.

U.A. 3 MOVIMENTO E SALUTE

La seguente U.A. fa riferimento al seguente O.S.A:

  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Obiettivi  formativi specifici

  • Conosce le nozioni di anatomia e fisiologia legate al movimento umano e le modalità di prevenzione degli infortuni.

Competenze

  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

INIZIALE: guidato applica i comportamenti essenziali per la salvaguardia della salute, della sicurezza personale e del benessere

BASE: assume i fondamentali comportamenti di sicurezza, prevenzione e promozione della salute per il proprio benessere

INTERMEDIO applica comportamenti che tutelano la salute, la sicurezza personale e il benessere

Conoscenze

  • conoscere le norme generali per la prevenzione degli infortuni, per l'assistenza e alcuni elementi di primo soccorso-
  • conoscere i principi fondamentali della corretta alimentazione e dell'igiene personale
  • conoscere le modalità mediante le quali l'attività fisica contribuisce al mantenimento della salute e del benessere

Abilità

  • ai fini della sicurezza sapersi rapportare con persone e con l'ambiente circostante, anche applicando alcune tecniche di assistenza
  • nella salvaguardia della propria salute curare la propria alimentazione e l'igiene personale per mantenere la propria efficienza,
  • essere attivi fisicamente in molteplici contesti
  • essere anche in grado di dosare lo sforzo, applicare alcune tecniche di riscaldamento e di defaticamento

CONTENUTI / ATTIVITA’

  • Il sistema scheletrico: funzioni; ossa e articolazioni .
    - paramorfismi e dismorfismi
  • Il sistema muscolare: muscoli agonisti ed antagonisti
    - la contrazione muscolare: metabolismo aerobico ed anaerobico
  • Traumi dell’apparato scheletrico e muscolare.
  • Primo soccorso come comportarsi e come intervenire.

SCELTE ORGANIZZATIVE, METODOLOGICHE E STRUMENTALI

A seconda dell’attività proposta si utilizzeranno le seguenti metodologie: problem solving, scoperta guidata, ludico globale,  analitica, deduttiva o induttiva.
Si utilizzeranno metodologie cognitivo -  comportamentali al fine di sviluppare capacità di autovalutazione di fatti e situazioni.
Negli esercizi a corpo libero individuali l’esecuzione sarà assistita dall’insegnante. L’attività saranno proposte in forma individuale, a coppie, in gruppo. Ampio spazio sarà dato ai percorsi variamente strutturati utilizzando tutti i materiali a disposizione (codificati e non). Verranno proposte alcune lezioni teoriche in classe per approfondire alcune tematiche che verranno riportate su un quaderno che accompagnerà l’alunno/a nel triennio.

CRITERI ORIENTATIVI PER IL RECUPERO E LA VALORIZZAZIONE DEGLI ALUNNI/E

Recupero alunni in difficoltà

  • motivare alla partecipazione attraverso semplificazione delle proposte operative
  • valorizzare i traguardi individuali raggiunti

Valorizzazione

  • collaborare nella gestione e organizzazione delle attività ( lezioni e tornei d’istituto)
  • svolgere funzione di tutor  nelle attività organizzate in piccoli gruppi

MODALITA' DI VERIFICA E VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

Gli alunni saranno valutati analizzando il personale processo di apprendimento (livelli di partenza, abilità, conoscenze e competenze raggiunte) e non attraverso il prodotto o prestazione raggiunta. Si utilizzeranno osservazioni sistematiche e ove è possibile test o elaborati scritti, interrogazioni orali.
La partecipazione ad eventi sportivi organizzati dalla scuola sarà oggetto di valutazione ( giochi sportivi d’istituto, tornei fra classi parallele, giochi sportivi scolastici: corsa campestre e atletica su pista, torneo di rugby ).
Gli alunni/e certificati ai sensi delle leggi 104/’92, 170/’10 e B.E.S. saranno valutati secondo le indicazione e i criteri stabiliti dal Consiglio di Classe nei rispettivi P.E.I. e P.D.P.

Saranno, inoltre, elementi di valutazione:

  • partecipazione: interesse, motivazione, assunzione di ruoli, assunzione di incarichi.
  • Impegno: continuità, disponibilità ad organizzare, esecuzione di compiti puntuale, parte teorica.
  • capacità relazionali: atteggiamenti cooperativi e collaborativi, disponibilità all'inclusione di tutti, offrire il proprio apporto.
  • Comportamento e rispetto regole: autonomia, autocontrollo, responsabilità, rispetto del fair play, richiami e mancanze.

Conoscenze e abilità: media delle verifiche sulle conoscenze e abilità.

CONTROLLO DEGLI APPRENDIMENTI

Livello base (voto in decimi 5 – 6): alunni che hanno dimostrato di possedere sufficienti capacità motorie. Hanno raggiunto gli obiettivi previsti, partecipando con  interesse alterno alle attività svolte. Si sono comportati in modo generalmente corretto nei confronti di compagni e insegnante anche se talvolta è stato necessario richiamare qualcuno a una maggiore responsabilità ed autocontrollo. Hanno complessivamente acquisito un  controllo accettabile dell’atteggiamento in palestra.

Livello intermedio (voto in decimi 7 - 8): alunni che hanno dimostrato di possedere discrete o anche buone capacità motorie. Hanno raggiunto in modo soddisfacente gli obiettivi previsti; hanno preso parte alle attività svolte talvolta con un interesse ed una partecipazione settoriale. Hanno mantenuto un comportamento generalmente corretto, talvolta è stato necessario richiamare qualcuno ad una maggiore responsabilità ed autocontrollo.

Livello avanzato (voto in decimi 9 – 10): alunni che hanno dimostrato di possedere più che buone capacità motorie. Hanno raggiunto pienamente gli obiettivi previsti, partecipando in modo attivo e cooperativo alle attività svolte; dimostrando interesse e voglia di sperimentare varie proposte legate ai molteplici aspetti della motricità. Si sono comportati in modo adeguato nei confronti dei compagni e hanno acquisito un buon controllo dell’atteggiamento in palestra.

torna su