Parte I - Organi collegiali dell'Istituto

 

CONSIGLI DI CLASSE, INTERSEZIONE E INTERCLASSE

Art. 21 - Composizione
I Consigli di Classe, Interclasse e Intersezione sono costituiti, con decreto del Dirigente Scolastico, entro gli otto giorni che seguono le assemblee di classe/sezione per l’elezione dei rappresentanti dei genitori.

Vengono rinnovati annualmente con le modalità stabilite dalla legge e svolgono le loro funzioni fino a quando non subentrano i nuovi consigli.

Non viene rappresentata in consiglio la classe la cui assemblea per l’elezione sia andata deserta.

Art. 22 - Competenze
Il consiglio di Classe /Interclasse/sezione ha competenza nella materie elencate nell’art. 5 del D. L.vo 297/94; in particolare formula al Collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica, adotta le iniziative atte ad agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni, compresa la comunicazione in forma scritta in merito alle riunioni del Consiglio da parte del rappresentante di classe (previo accordo con l’insegnante fiduciario o con il Dirigente scolastico); verifica l’andamento complessivo dell’attività didattica e avanza proposte di adeguamento della programmazione alle necessità della classe.

In sede di verifica con la componente genitori, vanno evitati riferimenti a singoli alunni.

Non è consentita l’astensione quando il Consiglio è riunito, con la sola componente docente, per esprimere il parere sulla non ammissione di un alunno alla classe successiva.

Art. 23 - Convocazione
Sono convocati dal Dirigente Scolastico di propria iniziativa o, su richiesta scritta e motivata, dalla maggioranza dei suoi membri. Sono presieduti dal Dirigente Scolastico o da un docente, membro del Consiglio, delegato dal Dirigente Scolastico.

Il Consiglio si riunisce, di norma, ogni 2 mesi.